Copertura del fabbisogno

Gli elevati margini disponibili alla punta registrati nel corso del 2010 sono dovuti ai processi di previsione e coordinamento delle manutenzioni applicati da Terna, unitamente all’ingresso in esercizio di nuovi impianti di generazione.

MARGINI DI RISERVA ALLA PUNTA

Copertura del Fabbisogno

In Sicilia, i margini di copertura del fabbisogno sono stati adeguati grazie anche all’utilizzo dell’unità Termini Imerese 4, per circa 2.300 ore nel corso dell’anno. Al riguardo si ricorda che l’unità produttiva in questione è da considerare normalmente fuori servizio e la sua disponibilità alla produzione può essere richiesta da Terna in relazione alla previsione o alla manifestazione di condizioni di rischio per la sicurezza della rete in Sicilia. In Sardegna si è registrato un miglioramento dei margini nei periodi di disponibilità del collegamento SA.PE.I., nonostante un tasso di accidentalità delle unità di produzione sensibilmente superiore a quello registrato per il Continente.

 

Per quanto concerne lo scambio con l’estero, il differenziale di prezzo medio orario tra mercato elettrico italiano e mercati elettrici francese e tedesco ha registrato rispetto allo scorso anno un valore inferiore di circa il 20% (18 €/MWh Vs 23 €/MWh). Tale dinamica di prezzi ha determinato un decremento del saldo netto degli scambi commerciali con l’estero rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per circa 1,0 TWh in meno di energia importata.

Copertura del Fabbisogno