Rapporti con parti correlate

Le operazioni con parti correlate compiute da Terna e dal Gruppo nell’esercizio, tenuto conto dell’esistenza di una situazione di controllo di fatto accertata nel 2007 da parte di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., sono rappresentate, oltre che dai rapporti infragruppo, anche dai rapporti intrattenuti con i fondi pensione per i dipendenti (Fondenel e Fopen) e con società appartenenti:

  • al gruppo GSE;
  • al gruppo Enel;
  • al gruppo Eni;
  • al gruppo Ferrovie dello Stato;

e con la società ANAS S.p.A.

Si ricorda che, nell’ambito delle regole di corporate governance di cui si è dotata la Capogruppo e dettagliate nella specifica relazione pubblicata congiuntamente alla presente Relazione sulla gestione e disponibile sul sito www.terna.it, cui si rimanda, sono state previste le condizioni per assicurare che le operazioni con parti correlate vengano effettuate nel rispetto di criteri di correttezza procedurale e sostanziale e alle stesse condizioni che si applicherebbero a controparti indipendenti. In particolare, in data 12 novembre 2010, il Consiglio di Amministrazione della Capogruppo, previo parere favorevole del Comitato Parti Correlate, ha approvato la “Procedura operazioni con parti correlate”, in esecuzione della Delibera CONSOB n. 17221 del 12 marzo 2010, successivamente modificata con la Delibera n. 17389 del 23 giugno 2010, che ha emanato il “Regolamento recante disposizioni in materia di operazioni con parti correlate” (9). Le disposizioni del Regolamento, volte a disciplinare la trasparenza informativa nei confronti del mercato e i principi di trasparenza e correttezza sostanziale e procedurale per la realizzazione di operazioni con parti correlate, si affiancano ai principi generali in tema di doveri degli Amministratori in conflitto di interessi contenuti nell’art. 2391 del Cod. Civ. e nell’art. 150 del TUF, ai principi di correttezza procedurale presenti nel Codice di Autodisciplina delle società quotate pubblicato da Borsa Italiana S.p.A., nonché agli obblighi di informativa contabile previsti dalle disposizioni in materia di bilancio contenute nel Cod. Civ. (artt. 2423 e ss. del Cod. Civ.) e nell’articolo 154-ter del TUF.
Le disposizioni relative agli obblighi di informazione al pubblico (immediata e periodica) relativi alle Operazioni con parti correlate, singolarmente considerate, di maggiore rilevanza, sono entrate in vigore dal 1° dicembre 2010, mentre tutte le altre disposizioni procedimentali sono obbligatorie a partire dal 1° gennaio 2011.

La natura delle operazioni, attive e passive, intrattenute da Terna e dal Gruppo con le parti correlate e i rispettivi ricavi e costi consuntivati nel 2010, nonché i rispettivi crediti e debiti in essere al 31 dicembre 2010, sono indicati nelle rispettive Note di commento delle singole voci di Bilancio d’esercizio e consolidato e nello specifico paragrafo della rispettiva Nota illustrativa “Rapporti con parti correlate”, cui si rinvia.
Si precisa inoltre che i rapporti intervenuti con i componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale della Società, con particolare riferimento a emolumenti, bonus e altri incentivi, sono dettagliati nell’ambito delle Note di commento relative, rispettivamente, alle voci del Bilancio d’esercizio “Costo del personale” e “Servizi”.

 

Azioni detenute dagli Amministratori e dai Sindaci e dai dirigenti con responsabilità strategiche
Secondo quanto previsto dall’art. 79 della Deliberazione CONSOB n. 11971/99, nella tabella che segue sono elencate le azioni di Terna S.p.A. e delle società da essa controllate detenute dagli Amministratori, dai Sindaci e dai direttori generali, nonché dai coniugi non legalmente separati e dai figli minori, direttamente o per il tramite di società controllate, di società fiduciarie o per interposta persona, risultanti dal libro dei soci, dalle comunicazioni ricevute e da altre informazioni acquisite dagli stessi componenti degli organi di amministrazione e controllo e dai direttori generali. Sono quindi incluse tutte le persone che nel corso dell’esercizio 2010 hanno ricoperto le cariche indicate.

Nome e Cognome Società partecipata Numero azioni
possedute alla fine
dell’esercizio precedente
(2009)
Numero azioni
acquistate (nel 2010)
Numero azioni
vendute (nel 2010)
Numero azioni
possedute alla fine
dell'esercizio in corso
(2010)
Titolo di possesso (1)
Luigi Roth Terna S.p.A. 0
40.000(2)
0
40.000(3)
proprietà
Flavio Cattaneo Terna S.p.A. 200.000 0 0 200.000 proprietà
Cristiano Cannarsa Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Paolo Dal Pino Terna S.p.A. 2.150 0 0 2.150 proprietà
Matteo del Fante Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Claudio Machetti Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Salvatore Machì Terna S.p.A. 40.000(4)
20.000(5)
0
60000(6)
proprietà
Michele Polo Terna S.p.A. 1.700 0 0 1.700 proprietà
Vittorio Rispoli Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Luca Aurelio Guarna Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Marcello Cosconati Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Lorenzo Pozza Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Stefania Bettoni Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
Mario Paolillo (7)
Terna S.p.A. 0 0 0 0 -
(1) In questa colonna - aggiunta allo schema dell’allegato 3C previsto dall’art. 79 della Deliberazione CONSOB n. 11971/99 per fornire le indicazioni richieste - è riportato se la partecipazione è posseduta a titolo di proprietà, pegno, usufrutto, deposito, riporto, etc..
(2) Di cui: 40.000 da parte del coniuge.
(3) Di cui: 40.000 da parte del coniuge.
(4) Di cui: 40.000 da parte del coniuge.
(5) Di cui: 10.000 da parte del coniuge.
(6) Di cui: 50.000 da parte del coniuge.
(7) Deceduto in data 30 novembre 2010.